Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2011

Quanto questo governo ha tolto alla scuola pubblica

Sulla scuola pubblica ormai siamo al dramma satiresco, all'opera che accompagna la tragedia ma che della tragedia non è che l'ombra, non essendo neanche commedia. Siamo al dramma perché che tutti noi si sia stati presi amabilmente per i fondelli, ormai è cosa ben chiara.Questo per svariati motivi: non di certo perché una piccola persona come il nostro ministro, nella lettera porta fortuna ai maturandi sbaglia anche su quale sia stata la sua prova di maturità. Quella è farsa, è solo l'ennesima dimostrazione di dappocagine e di pressapochismo.
Il dramma non sta neanche nelle parole dissennate del ministro Rotondi. Il ministro che sbandiera quanto basso sia lo stipendio dei parlamentari, già villipesi, che così potrebbero far cadere il governo. Se vuole potremmo onorarli come martiri e nel frattempo dare loro un contratto da co.co.pro. pagati ad ore per la presenza in parlamento e con provvigioni per le leggi realmente approvate.
Ma il dramma invece sta nella nuova manovra econ…

Considerazioni varie da un operatore di call center

Sono quasi due anni ormai che lavoro presso un call center, vendendo servizi telefonici e adsl. Ora, questo lavoro, precario, bistrattato, spesso frustrante, permette tuttavia di conoscere uno spaccato di questo paese che spesso s'ignora o si vuole ignorare. Non sto parlando del mondo dei precari, di quello ne parlo già spesso e volentieri. Invece mi dilungherò su qualche riflessione sul mondo che sta dall'altro lato, quello delle persone che mi rispondono, come vivono il mio lavoro e come si mettono a nudo nel breve arco di una telefonata.

L'italiano medio, quando telefono, è infastidito. È curioso: lo stesso italiano che si fa narcotizzare dalla pubblicità in televisione, si infervora e millanta violazioni alla sua privacy se gli viene gentilmente proposta una qualsiasi offerta attraverso il telefono.
Probabilmente perché sente di avere dall'altra parte qualcuno con cui prendersela, su cui sfogarsi.
È una maleducazione diffusa: dal dare del "tu" all'op…

Parliamo di integrazione

Ci sono quelle giornate strane in cui ti imbatti nella realtà senza neanche volerlo, quasi casualmente.
Contesto: le quattro ore di lavoro con contratto a progetto presso un call center catanese, attività di teleselling.
Chiamata: risponde una voce femminile, dal tono si direbbe una donna nella sua maturità, non una ragazzina, nemmeno una donna anziana.
Particolare, la donna risponde in inglese e parla solo in quella lingua.
La telefonata dura lo spazio di neanche un minuto: provo a spiegare perché la chiamo, desistendo quasi subito, sia per gli evidenti limiti del mio inglese, scolastico, non certo l'inglese tecnico di un venditore, sia perché la donna parla solo in lingua e quindi sarebbe comunque impossibile realizzare una registrazione vocale in italiano dimostrando che la donna sia consapevole di cosa le si stia vendendo.
Conclusione che mi manda su tutte le furie: la donna che contesta la telefonata sostenendo che, essendo già stata contattata, se non abbiamo operatori in grado d…

Renato Brunetta, Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione

Renato Brunetta (Venezia, 26 maggio 1950) è un economista e politico italiano. Ricopre dal 2008 la carica di Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione.

I popoli del referendum

La seconda sberla in meno di un mese, forse quella più dolorosa, è arrivata dal popolo sovrano di tutta l'Italia. Ovviamente, come tutti possono immaginare, parlo dei referendum. Perché sono importanti i referendum del 12 e del 13 Giugno 2011? In primo luogo, per il loro valore letterale. Questi referendum hanno affermato che l'Italia vuole davvero una giustizia uguale per tutti, che non vuole impelagarsi nella rincorsa ad una forma di energia insicura e che non vogliono che i privati possano lucrare sull'acqua, un bene avvertito come pubblico, di tutti. Poi c'è il valore politico, quello che più fa scalpore, a torto o a ragione. Se guardiamo ai vincitori della contesa, non possiamo non notare come al carro della vittoria si siano aggregati in molti all'ultimo minuto. Il PD, il Terzo polo, partiti che con l'organizzazione e con il supporto ai quesiti referendari hanno avuto davvero poco a che fare e che, fiutata la possibilità di vittoria, sono subito accorsi a…

Graduatoria ad esaurimento, istruzioni per l'uso

Spesso sento parlare i colleghi delle graduatorie ad esaurimento in cui noi abilitati prima del 2009 siamo iscritti. E spesso mi viene da piangere, e più o meno mi è chiaro che molti di noi non conoscono esattamente quelle che sono le peculiarità del sistema di immissione in ruolo attuale e del sistema costruito per assegnare le supplenze annuali. Dobbiamo chiarire che cosa si intende per graduatoria ad esaurimento. Il corpo docente abilitato conta attualmente all'incirca 250.000 precari iscritti nelle GAE all'aggiornamento del 2007 e poi del 2009. Da questo aggiornamento nessuno si è potuto iscrivere ex novo nelle GAE, che erano e restano ad esaurimento perché nessuno si è inserito in esse dopo quella data. O almeno sarebbe dovuta andare così. Perché dopo anni dalla loro creazione le GAE sono state chiuse dal governo guidato allora dal presidente Prodi nel 2007? La motivazione è presto detta: il governo Prodi propose e finanziò la procedura di immissione in ruolo per 180.000 …

Stabat Mater

Consigliato da varie persone mie conoscenti, ho finalmente finito di leggere Stabat Mater di Tiziano Scarpa, libro che mi era stato presentato come entusiasmante dal punto di vista stilistico e intensamente profondo dal punto di vista psicologico.
Certamente Scarpa ha compiuto un gran lavoro di approfondimento psicologico sulla protagonista di questo romanzo, e l'impronta stilistica da romanzo epistolare sui generis è qualcosa di originale nel panorama letterario italiano. Ma da qui però a considerare questo romanzo pienamente compiuto ce ne passa. Dal punto di vista dello stile, quello che è il tratto originale del romanzo, la brevità delle lettere dell'orfana alla madre mai conosciuta, diventa alla lunga qualcosa di pesante, ripetitivo, ed in questo l'autore è stato accorto nel non dilungare ancora il romanzo, anche se la conclusione appare un po' tirata lì senza un vero perché narrativo.
Ciò che però colpisce in negativo è proprio ciò su cui di più deve essersi imp…

Lettera aperta al presidente della Repubblica e al Parlamento italiano

RIVOLGIAMO IL NOSTRO APPELLO
alla più alta carica dello Stato e agli italiani che siedono in Parlamento per impedire l’ultima iniquità di un governo antimeridionalista che, purtroppo, trova qualche sponda anche tra i banchi del centrosinistra.
Mentre Bersani afferma: “Il Pd è il Partito della nazione … un impegno a riprogettare in condizioni nuove una confermata unità dell’Italia” qualcuno nello stesso PD pensa di dover cercare tutele per i precari del centro nord a scapito dei precari del centro sud come se il dramma del precariato potesse trovare soluzioni territoriali attraverso una contrapposizione di stampo filo-leghista.
Appare davvero paradossale per non dire ridicolo che qualcuno pensi di appellarsi al Presidente della Repubblica per rivendicare la violazione di una sentenza della Corte Costituzionale già pronunciata!
Proprio il richiamato art. 1, comma 605, lett. c), della legge n. 296 del 2006 prevedeva <>
Dice infatti la Corte <>
Il legislatore si deve muovere,…

L'articolo 68 della costituzione ha ancora senso?

Art. 68. [12]

I membri del Parlamento non possono essere chiamati a rispondere delle opinioni espresse e dei voti dati nell'esercizio delle loro funzioni.

Senza autorizzazione della Camera alla quale appartiene, nessun membro del Parlamento può essere sottoposto a perquisizione personale o domiciliare, né può essere arrestato o altrimenti privato della libertà personale, o mantenuto in detenzione, salvo che in esecuzione di una sentenza irrevocabile di condanna, ovvero se sia colto nell'atto di commettere un delitto per il quale è previsto l'arresto obbligatorio in flagranza.

Analoga autorizzazione è richiesta per sottoporre i membri del Parlamento ad intercettazione, in qualsiasi forma, di conversazioni o comunicazioni e a sequestro di corrispondenza.Alla luce dell'uso e costume di questo, come di passati governi, di legiferare in evidente contrapposizione a leggi, diritti e costituzione, ha ancora senso l'Art. 68 della costituzione, soprattutto per quanto riguarda i…

E giunse l'ora dell'emendamento di Pittoni

Bonus di permanenza, presentato alla Camera l’emendamento Pittoni. Anche da parte Pd un emendamento analogo?

Mar, 07/06/2011 - 07:05
di Vincenzo Brancatisano - E’ stato presentato oggi pomeriggio alla Camera dei Deputati, presso le Commissioni IV (Bilancio) e VI (Finanze) l’emendamento sul reclutamento dei docenti della scuola italiana, conosciuto come Bozza Pittoni. L’emendamento prevede un bonus di permanenza (40 punti aggiuntivi) a favore dei docenti che abbiano scelto di non trasferirsi di provincia e il diritto di revoca della domanda in favore dei docenti che avendo invece chiesto il trasferimento volessero rinunciarvi. La notizia scalderà ulteriormente gli animi e renderà ancor più virulenta la guerra tra docenti pro pettine e docenti no pettine, fatta di ingiurie e colpi bassi reciproci.

La proposta Pittoni è considerata incostituzionale e se non altro inopportuna da molte parti, mentre è vista come la giusta ricompensa da tutti coloro che temono di essere superati in graduatoria…

Sul referendum

Scorpions - Wind of change

I follow the Moskva
Down to Gorky Park
Listening to the wind of change
An August summer night
Soldiers passing by
Listening to the wind of change

The world closing in
Did you ever think
That we could be so close,like brothers
The future's in the air
I can feel it everywhere
Blowing with the wind of change

Chorus:
Take me to the magic of the moment
On a glory night
Where the children of tomorrow dream away
In the wind of change

Walking down the street
Distant memories
Are buried in the past forever

I fallow the Moskva
Down to Gorky Park
Listening to the wind of change

Take me to the magic of the moment
On a glory night
Where the children of tomorrow share their dreams
With you and me

Take me to the magic of the moment
On a glory night
Where the children of tomorrow dream away
In the wind of change

The wind of change blows straight
Into the face of time
Like a stormwind that will ring
The freedom bell for peace of mind
Let your balalaika sing
What my guitar wants to say

Take me to …

La storia delle trentamila lavandaie - schiave d'Irlanda

La storia delle trentamila lavandaie - schiave d'Irlanda

Consiglio a tutti di leggere l'articolo linkato qui sopra. E non vi stupite se rimarrete sconvolti, inorriditi. Vorrà dire che siete ancora umani, malgrado tutto.
E non vi preoccupate se avrete un naturale moto di ribrezzo, un impeto di compassione, il desiderio di conoscere meglio quanto accaduto, la voglia che venga fatta chiarezza e giustizia: vorrà solo dire che ancora in questa vecchia Europa la civiltà si annida da qualche parte, che sia fra gli indignati che occupano le piazze o che sia fra i lettori di un giornale o di un blog.

Lettera dei precari sul bonus di permanenza di Pittoni per le graduatorie ad esaurimento

Riprendo quanto pubblicato da Libero Tassella

Onorevole Presidente della Repubblica,

Il Sen. Pittoni ha intenzione di proporre un emendamento al "DL SVILUPPO", riguardante "l’introduzione di un BONUS per i docenti che ancora oggi rimangono nella provincia per la quale hanno optato nel 2007".

Chi si trasferisce paga in termini di sacrifici umani, abbandonando gli affetti della famiglia, ed economici, dovendo pagare un affitto o comprare una nuova casa altrove. Nonostante tutto, alcuni politici cinici continuano a colpevolizzare i docenti che intendono trasferirsi, come se non fossero nemmeno connazionali, e appesantiscono il fardello di questi ultimi con proposte assurde e antinazionali.

La nazione, "una d’arme, di lingua, d’altare, di memorie, di sangue e di cor", si rafforza, d'altra parte, anche con la mobilità dei cittadini all'interno del Paese, attraverso scambi umani, sociali, culturali, professionali, come la storia chiaramente ci insegna.

L…

Ancora su Pittoni

Pittoni, che invita Napolitano a non farsi “prendere in giro”, ribadisce che “un meccanismo premiale simile esiste già: il Contratto Collettivo Nazionale Integrativo prevede per i trasferimenti a domanda dei docenti un punteggio aggiuntivo come segue: 6 punti per il servizio prestato continuativamente nella stessa scuola negli ultimi tre anni; 2 punti per ogni ulteriore anno di servizio entro il quinquennio; 3 punti per ogni ulteriore anno di servizio oltre il quinquennio; 10 punti una tantum per coloro che per un triennio (dal 2000/2001 al 2007/2008) non si siano trasferiti in altra scuola”.Giusto un'annotazione su quanto dice l'On. Pittoni. È verissimo che il contratto nazionale dei docenti prevede già un bonus per chi svolge il proprio servizio in maniera continuativa nella stessa SCUOLA, ma nulla si dice, suo malgrado, per chi rimane nella stessa provincia. Per un motivo molto semplice: il docente che accetta incarichi in maniera continuativa nella stessa scuola fa tutto q…

Leggi e regole uguali per tutti? No grazie!

“Salvo il diritto di esprimere valutazioni e diffondere informazioni a tutela dei diritti sindacali e dei cittadini, il dipendente si astiene da dichiarazioni pubbliche che vadano a detrimento dell'immagine dell'amministrazione. Il dipendente tiene informato il dirigente dell'ufficio dei propri rapporti con gli organi di stampa"Fra i tanti motivi per cui vogliamo bene a Mr. B c'è anche l'aver rilanciato il regolamento liberticida che vieta ai dipendenti dell'amministrazione pubblica di rilasciare dichiarazioni in cui critichino "datore di lavoro".http://libramenteblog.blogspot.com/2011/05/attenti-al-lupo-ed-ecco-voi-il-nuovo.htmlOra, a parte l'orrore verso una norma simile, semplicemente, dietro il principio di buon senso e vagamente omertoso del "i panni sporchi si lavano in casa", si limita di fatto la libertà di stampa e di parola dei dipendenti pubblici, autorizzando anche multe e addirittura interrogazioni parlamentari nei conf…

Guido Gozzano, I colloqui

I colloqui...reduce dall'Amore e dalla Morte
gli hanno mentito le due cose belle...
I.
Venticinqu'anni!... sono vecchio, sono
vecchio! Passò la giovinezza prima,
il dono mi lasciò dell'abbandono!Un libro di passato, ov'io reprima
il mio singhiozzo e il pallido vestigio
riconosca di lei, tra rima e rima.Venticinqu'anni! Medito il prodigio
biblico... guardo il sole che declina
già lentamente sul mio cielo grigio.Venticinqu'anni... ed ecco la trentina
inquietante, torbida d'istinti
moribondi... ecco poi la quarantinaspaventosa, l'età cupa dei vinti,
poi la vecchiezza, l'orrida vecchiezza
dai denti finti e dai capelli tinti.O non assai goduta giovinezza,
oggi ti vedo quale fosti, vedo
il tuo sorriso, amante che s'apprezzasolo nell'ora trista del congedo!
Venticinqu'anni!... Come più m'avanzo
all'altra meta, gioventù, m'avvedoche fosti bella come un bel romanzo!II.Ma un bel romanzo che non fu vissuto
da me, ch'io vidi vivere da …

Mario Pittoni, chi è costui

Mario PITTONI
XVI Legislatura (dal 29 aprile 2008)



Regione di elezione: Friuli-Venezia Giulia
Nato il 28 novembre 1950 a Udine
Residente a Udine
Professione: Pubblicista

Elezione: 13 aprile 2008
Proclamazione: 29 aprile 2008
Convalida: 28 ottobre 2008

Membro Gruppo LNP

Membro della 7ª Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali)

Membro della Commissione straordinaria per il controllo dei prezzi

Membro della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi

Membro del Gruppo di collaborazione Senato-UNESCO

Contatti

E-mail:

pittoni_m@posta.senato.it


Ovvero l'uomo che tenta in ogni modo di complicare la vita di noi docenti, dall'alto, tra l'altro, della sua ssoluta incompetenza nel settore (ci chiediamo, noi docenti, quando si smetterà di credere che per mettere mano alle regole della scuola basti essere stato studente per tutto il periodo della scuola dell'obbligo). Peggio, legifera, o tenta di farlo, sul …